Pasta di legumi | Fior di Loto

Pasta di legumi

La pasta per tutti: celiaci, sportivi, vegani e golosi!

Pasta di legumi bio

25 Maggio 2015

Vegan

Vegan

Vegetariano

Vegetariano

Senza glutine

Senza glutine

25 Maggio 2015

Vegan Vegetariano Senza glutine

Fior di Loto ama i legumi. Li ama così tanto che li ha trasformati in pasta. È così che è nata la pasta 100% LEGUMI Fior di Loto. Ricchi di proteine, i fusilli di legumi sono un modo diverso e originale per integrare i legumi in una dieta adatta a chi pratica sport. In occasione del lancio della gamma, che si terrà a FoodWell e RiminiWellness (dal 28 al 31 maggio 2015), Fior di Loto ha deciso di affidarsi alle menti di due esperti: Domenico D’Agostinochef del ristorante Piazza Duomo di Pinerolo (Torino), e la dietista Dott.ssa Francesca De Donà hanno studiato una ricetta in grado di raccontare come gusto, dieta equilibrata e sport siano gli ingredienti perfetti per il benessere.

Oggi l'offerta della pasta di legumi Fior di Loto conta 7 formati, di cui quattro senza glutine. Caratterizzati per un alto contenuto di proteinericchezza in fibreessiccati a basse temperature e completamente vegani i fusilli 100% legumi sono a base di lenticchie rosse bio senza glutine, lenticchie verdi bio, ceci bio senza glutine, lenticchie mix bio, lenticchie nere bio senza glutine, soia verde (fagiolo mung) bio e piselli bio senza glutine.

i love legumi pasta

LA NUTRIZIONE PER CHI PRATICA SPORT

È noto a tutti quanto una corretta alimentazione sia importante per mantenere sano il nostro organismo e farlo funzionare al meglio. Se questo è valido per la popolazione generale, con una vita più o meno sedentaria, ancor di più lo è per coloro che praticano uno sport. Per supportare lo sforzo fisico in allenamento e in gara, infatti, è fondamentale la scelta di una dieta appropriata, che soddisfi l’elevato fabbisogno energetico e calorico e risponda alle esigenze necessarie per le funzioni vitali, per i processi di termoregolazione, la compensazione delle perdite e il turnover dei tessuti.
Tre sono i "carburanti" di base che l'organismo utilizza durante l'attività fisica: i carboidrati, i grassi e le proteine.
La maggior parte dell'apporto calorico giornaliero (55-65% secondo il tipo di attività sportiva) deve essere costituito dai carboidrati, soprattutto quelli a basso indice glicemico contenuti nei cereali integrali, nei tuberi e nei legumi e, in misura minore, quelli contenuti negli zuccheri semplici (zucchero comune, miele, marmellate, dolci, frutta e bevande zuccherate).
La dose giornaliera consigliata di proteine per gli atleti oscilla, in base al tipo di pratica motoria e sportiva, tra 1,2-1,8 gr/kg/die fino a un massimo di 2 gr (10-15% delle calorie totali assunte nella giornata).
I fabbisogni proteici possono essere raggiunti sia attraverso una combinazione di alimenti di origine animale (carne, pesce, uova, latte e latticini) e vegetale (legumi e cereali), sia con un’alimentazione vegana utilizzando fonti proteiche di origine vegetale variate e ben combinate tra loro. 
Il restante 25-30% dell’apporto calorico deve provenire dai lipidi utilizzati come fonte energetica, insieme ai carboidrati, nell’impegno sportivo di lunga durata e d’intensità medio-bassa.
Un altro aspetto importante dell’alimentazione degli atleti è l’adeguata assunzione di acqua, di minerali (in particolare calcio, fosforo, potassio, magnesio, iodio, ferro e selenio), di vitamine come quelle del gruppo B e di sostanze antiossidanti come vitamina C, vitamina E e beta carotene. 

SPORT E ALIMENTAZIONE VEGETARIANA

Alimentazione vegetariana e sport possono convivere? Grazie al suo elevato contenuto in carboidrati e basso contenuto in grassi, una dieta vegetariana può configurarsi come una dieta ottimale per chi pratica sport. Si tratta, infatti, di un’alimentazione ricca in carboidrati a basso indice glicemico, vitamine, minerali e sostanze antiossidanti, tutti importanti nutrienti che aiutano l'organismo a utilizzare al meglio l'energia e lo proteggono dallo stress secondario all'esercizio fisico.
 Gli atleti vegetariani, inoltre, possono raggiungere un giusto apporto proteico a patto che la loro dieta sia adeguata negli apporti energetici e sia costituita da una certa varietà di cibi contenenti proteine vegetali.
È importante quindi variare nella propria quotidianità la scelta dei legumi (lenticchie, ceci, pisellini, fagioli neri, fagioli, soia e prodotti derivati), fonti alimentari ricche di proteine, carboidrati complessi, fibre, ferro, calcio e vitamine del gruppo B.
Si consiglia l’abbinamento di verdure di stagione di colori diversi come rosso, arancione o giallo in aggiunta a verdure a foglia verde, erbe aromatiche, frutta secca e semi oleosi ricchi in sostanze antiossidanti, vitamine, sali minerali e acidi grassi insaturi.

LA RICETTA

Con la nuova pasta 100% LENTICCHIE ROSSE bio Fior di Loto abbiamo ideato una ricetta vegana ideale per l’alimentazione di tutti gli sportivi: vegetariani, vegani e onnivori. Questo piatto, infatti, racchiude in sé le caratteristiche adatte alle esigenze di ogni atleta, contenendo in un’unica soluzione la maggior parte dei macro e micronutrienti necessari.
Ecco gli ingredienti di questo piatto ricco e colorato: pasta 100% LENTICCHIE ROSSE bio Fior di Loto, asparagi selvatici, carote, zucchine, peperoni, pomodori pachino, basilico, rucola, olive taggiasche, olio extravergine di oliva, pistacchi e bacche di goji. 
Tutti gli ingredienti sono stati scelti per creare un piatto che non avesse solo un’armonia negli aromi e nel gusto, ma anche una completezza nutrizionale.
La grande novità è la pasta 100% LENTICCHIE ROSSE bio Fior di Loto: ottima fonte di proteine e fibre. Pensate che una porzione da 60 gr fornisce ben 15 gr di proteine, coprendo praticamente da sola il fabbisogno proteico di un pasto.
Le fibre, le vitamine, i minerali e le sostanze antiossidanti sono assicurate dalla verdure fresche di stagione che apportano potassio, fosforo, calcio, magnesio, vitamine del gruppo B, beta carotene, vitamina C, licopene e flavonoidi, famosi per essere potenti antiossidanti e protettori del nostro organismo.
L’aggiunta della rucola e dei pistacchi garantisce la presenza del calcio, minerale fondamentale per il metabolismo osseo, mentre il ferro viene fornito dalle lenticchie e dalle bacche di goji. La vitamina C, contenuta nei peperoni e nei pomodori, permette il miglior assorbimento dei due minerali menzionati.
La quota di lipidi necessaria per la pratica sportiva deriva dalle olive taggiasche, da un cucchiaio di olio extravergine di oliva e dai pistacchi, che offrono un alto contenuto di grassi mono e polinsaturi. Da non dimenticare inoltre che i pistacchi sono un’ottima fonte di proteine e aiutano a raggiungere i fabbisogni di magnesio, fosforo, di vitamina E e acido folico.
Se consideriamo che sia il pranzo sia la cena di un atleta dovrebbero coprire singolarmente il 25-35% del fabbisogno energetico totale, la ricetta proposta a base di lenticchie rosse può essere un’ottima soluzione garantendo tutti i nutrienti necessari con gusto e semplicità. Bisogna naturalmente tenere in considerazione che ogni sport può richiede fabbisogni differenti in base al tipo di attività, intensità, frequenza e durata, e anche secondo l’obiettivo che ci si pone. È possibile modificare le porzioni della ricetta per soddisfare le proprie necessità ed esigenze aumentando la quantità della pasta di lenticchie e/o integrando il pasto con del pane ai cereali per integrare la quota di carboidrati complessi.

ricetta pasta lenticchie rosse

 
BIBLIOGRAFIA
Tabelle di composizione degli alimenti INRAN
Chimica degli alimenti, Patrizia cappelli, Vanna Vannucchi, ed. Zanichelli
L’alimentazione per l’esercizio fisico e lo sport, Michelangelo Giampietro, Il pensiero Scientifico Editore
“La dieta vegetariana per l'esercizio, il training e la performance atletica: un aggiornamento”, di D. Enette Larson, MS, RD, LD
www.vegpyramid.info

Condivi la tua opinione. Per noi è importante!

Parliamo di...


Scopri di più sui nostri prodotti.

Tag Cloud


Trova le parole chiave che più ti interessano

Iscriviti alla newsletter