FARINA DI MAIS BRAMATA BIO | Fior di Loto
Fior di Loto

FARINA DI MAIS BRAMATA BIO

FARINA DI MAIS BRAMATA BIO

Senza glutine: L'indicazione è utilizzata quando la presenza di glutine è garantita al di sotto del limite di legge stabilito 20ppm (20mg/kg). Comprende sia le referenze prodotte in stabilimenti autorizzati e notificati dal Ministero della Salute secondo il D.Lgs 111/92 sia quelli garantiti secondo il Reg CE 41/2009.

Esistono diverse varietà di farina di mais caratterizzate dalla finezza della macinazione La farina Bramata è ottenuta dalla macinazione del mais (o granoturco) a grana grossa. La farina di mais arrivò in Italia dopo la scoperta dell'America. L'utilizzo principale è la polenta. La polenta bramata (tipica bergamasca) si fa infatti con la farina gialla bramata. L'aggettivo "bramata" deriva dal nome del procedimento usato in genere per il riso: sbramatura, da cui bramatura. Con questa lavorazione si toglie la lolla e l'embrione alle cariossidi del riso con l'utilizzo dello sbramino. Nel caso della farina di mais la sbramatura è la lavorazione che precede il processo di macinazione.
Farina di mais bio.
La farina di mais è utilizzata nella preparazione di diversi piatti (tra i quali il più noto è la polenta), alcuni tipi di pane e alcuni dolci. Utilizzata anche per rendere le impanature più croccanti. POLENTA Per la preparazione si consiglia di far bollire 2 litri di acqua salata per 500 gr. di polenta, e prima del bollore versare a pioggia la farina. Mescolare rapidamente per evitare grumi, cuocere per 30-40 minuti a fuoco basso mescolando di tanto in tanto. La farina bramata è in genere utilizzata per la preparazione di una polenta grossolana, che ben si adatta ad accostamenti forti e robusti, tipici di una cucina rustica e saporita.
Valori nutrizionali medi per 100 g
Energia 356 kcal / 1511 kJ
Proteine 6.9 g
Carboidrati 79.5 g
Grassi 0.5 g
Codice: 1439
Peso: 
500 g
Minsan: 
904264254
Ente certificatore: 
QC
Codice Ean: 
8016323384279
Agricoltura: 
ITALIA
Modalità di conservazione:
Conservare in luogo fresco e asciutto, al riparo da luce e fonti di calore. Le farine da cereali bio sono normalmente più delicate di quelle convenzionali. Se non conservate correttamente infatti si dimostrano più inclini a sviluppare "farfalle"

FARINA DI MAIS BRAMATA BIO

FARINA DI MAIS BRAMATA BIO
Fior di Loto
Esistono diverse varietà di farina di mais caratterizzate dalla finezza della macinazione La farina Bramata è ottenuta dalla macinazione del mais (o granoturco) a grana grossa. La farina di mais arrivò in Italia dopo la scoperta dell'America. L'utilizzo principale è la polenta. La polenta bramata (tipica bergamasca) si fa infatti con la farina gialla bramata. L'aggettivo "bramata" deriva dal nome del procedimento usato in genere per il riso: sbramatura, da cui bramatura. Con questa lavorazione si toglie la lolla e l'embrione alle cariossidi del riso con l'utilizzo dello sbramino. Nel caso della farina di mais la sbramatura è la lavorazione che precede il processo di macinazione.
Senza glutine

Ingredienti

Farina di mais bio.

Modo d'uso

La farina di mais è utilizzata nella preparazione di diversi piatti (tra i quali il più noto è la polenta), alcuni tipi di pane e alcuni dolci. Utilizzata anche per rendere le impanature più croccanti. POLENTA Per la preparazione si consiglia di far bollire 2 litri di acqua salata per 500 gr. di polenta, e prima del bollore versare a pioggia la farina. Mescolare rapidamente per evitare grumi, cuocere per 30-40 minuti a fuoco basso mescolando di tanto in tanto. La farina bramata è in genere utilizzata per la preparazione di una polenta grossolana, che ben si adatta ad accostamenti forti e robusti, tipici di una cucina rustica e saporita.

Valori Nutrizionali

Valori nutrizionali medi per 100 g
Energia 356 kcal / 1511 kJ
Proteine 6.9 g
Carboidrati 79.5 g
Grassi 0.5 g

Info utili

Codice: 1439
Peso: 
500 g
Minsan: 
904264254
Ente certificatore: 
QC
Codice Ean: 
8016323384279
Agricoltura: 
ITALIA
Modalità di conservazione:
Conservare in luogo fresco e asciutto, al riparo da luce e fonti di calore. Le farine da cereali bio sono normalmente più delicate di quelle convenzionali. Se non conservate correttamente infatti si dimostrano più inclini a sviluppare "farfalle"

Diario

Iscriviti alla newsletter