Come si legge l'etichetta dei prodotti eco bio? | Fior di Loto

Come si legge l'etichetta dei prodotti eco bio?

Breve guida alla lettura delle etichette dei nostri cosmetici e detergenti.

Come leggere l'etichetta dei prodotti eco bio

21 Luglio 2017

21 Luglio 2017

Sei un consumatore consapevole? Essere in grado di leggere in maniera corretta le etichette dei detergenti e dei cosmetici rappresenta un atto di responsabilità. L'etichetta, infatti, è una vera e propria carta d'identità del prodotto. Abbiamo redatto questa semplice guida per aiutarti a capire in maniera chiara e trasparente le informazioni riportate in etichetta. Per farlo abbiamo scelto un modello d'eccezione: la nostra saponetta biologica all'aloe.

Prima, però, carchiamo di approfondire alcuni concetti base.

COSA S'INTENDE PER COSMETICO?

Qualsiasi sostanza o miscela destinata a essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca, allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l’aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei, come definito dal Regolamento (CE) n. 1223/2009.

COSA S'INTENDE PER COSMETICO ECO BIO?

La certificazione eco bio garantisce l’assenza nei prodotti e negli imballaggi di materie prime non ecocompatibili, l’assenza di materie prime non vegetali allergizzanti, irritanti e la riduzione dell’impatto ambientale dovuto agli imballaggi superflui. Promuove l’ utilizzo di materie prime da agricoltura biologica o da raccolta spontanea certificata e il consumo di cosmetici biologici, permettendo al consumatore il facile e immediato riconoscimento dei cosmetici certificati.

COSA S'INTENDE PER COSMETICO NATURALE?

È costituito principalmente da ingredienti naturali (ottenuti e utilizzati come tali o che hanno subito solo processi fisici di trasformazione) e da ingredienti di origine naturale, ma privo, o contenente in concentrazioni molto limitate di derivati siliconici, acrilati, molecole etossilate o di origine petrolchimica.

etichetta no foodLEGGIAMO INSIEME UN'ETICHETTA

  1. Nome prodotto: denominazione commerciale del prodotto.

  2. Logo AIAB: prodotto eco bio cosmetico certificato secondo i requisiti presenti all’interno del disciplinare AIAB.

  3. Logo VEGAN: non vengono utilizzate materie prime di origine animale.

  4. Funzione del prodotto.

  5. Ingredienti (INCI): l’elenco degli ingredienti nell’ordine decrescente di peso al momento dell’incorporazione.

  6. Ente certificatore: in questo caso QCertificazioni, ente che certifica la conformità della composizione e dell’etichettatura secondo i requisiti richiesti dal disciplinare AIAB.

  7. Codice identificativo dell’operatore controllato: in qesto caso è 80022. Si tratta del numero dell'operatore certificato univoco assegnato da QCertificazioni per Il Fior di Loto.

  8. Ragione sociale: in questo caso Il Fior di Loto, il nome o la ragione sociale e la sede legale del produttore o del responsabile dell’immissione sul mercato del prodotto cosmetico stabilito all’interno dell’Unione europea.

  9. Durata minima del prodotto cosmetico e PAO: è indicata con la dicitura “da usare preferibilmente entro ...” seguita dalla data stessa, oppure dall’indicazione del punto della confezione su cui questa figura. L’indicazione della data di durata minima non è obbligatoria per i prodotti cosmetici che abbiano una durata minima superiore ai trenta mesi. Per tali prodotti è riportata un’indicazione relativa al periodo di tempo in cui il prodotto, una volta aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore. Tale informazione è indicata tramite il PAO (in questo caso 24 mesi), seguito dall’indicazione del numero dei mesi, o degli anni, o degli anni e dei mesi, in cui il prodotto, una volta aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore.

  10. Peso netto all'origine: il contenuto nominale al momento del confezionamento.

  11. Lotto: il numero del lotto di fabbricazione o il riferimento che consenta l’identificazione della fabbricazione.

  12. Codice ean o barcode.

Condivi la tua opinione. Per noi è importante!

Tag Cloud

Iscriviti alla newsletter